Che tipo di razza è il Border Collie?

cane Border Collie

La razza Border Collie ha avuto origine tra la Scozia e l’Inghilterra

da qui il nome “border” (confine); l’etimologia della parola “collie” è invece incerta: secondo alcuni deriva da “Coleius” (fedele, in gallese), secondo altri da “coley” (nero), infine secondo una terza ipotesi deriverebbe da “colley”, una razza di pecore scozzesi.
Una suggestiva teoria sostiene che il Border Collie discenda dai cani da pastore da renna giunti in Scozia con l’invasione dei Vichinghi. In seguito sarebbero stati incrociati con cani da pastore autoctoni. Grazie alle eccellenti capacità di sorveglianza e di conduzione delle greggi, la razza si è affermata all’epoca del boom della produzione laniera, nel XIII secolo. Il border collie ha avuto una selezione molto severa realizzata in modo naturale e senza interventi artificiali: per i compiti a loro affidati, questi cani hanno sviluppato una grande resistenza ed una buona costituzione fisica necessaria al lavoro negli aspri terreni inglesi, in sintonia col pastore . Il suo ingresso nel gruppo dei cani da pastore del Kennel Club inglese è avvenuto solo molto tardi, nel 1976.

Descrizione

Il Border Collie è un cane ben proporzionato dall’aspetto armonioso ed atletico, ha in genere una coda moderatamente lunga, attaccata bassa, ben fornita di peli che termina ricurva verso l’alto. In azione può alzarsi ma non è mai portata sul dorso. Il cane è di taglia media. I colori sono tutti ammessi, ma il bianco non deve mai essere il colore predominante; il tipo più diffuso è il bianco-nero. Il pelo può essere lungo (5-7 cm) o corto. È in ogni caso denso, di tessitura morbida e fitto. Gli occhi sono ben distanziati, ovali, di grandezza, media. Il colore è bruno, tranne che nel soggetto blu merle per il quale possono essere singolarmente o entrambi blu. Le orecchie sono di taglia e di tessitura media portate erette o semierette. Il cranio è piuttosto largo, con apofisi occipitale non pronunciata. Muso forte. Stop ben marcato. Guance non piene ne tondeggianti. I piedi sono ovali, con cuscinetti plantari spessi e forti. Dita arcuate e strette. Ha un’andatura sciolta, regolare e scorrevole.

Border Collie; allevamento ed addestramento

Il border collie è un cane robusto e longevo (raggiunge facilmente i 15 anni di età) che non ha bisogno di cure particolari. Va tuttavia prestata una particolare attenzione ai parassiti che il cane può raccogliere durante le passeggiate all’aria aperta. Delle spazzolate regolari sono sufficienti per mantenere in buone condizioni il mantello; le spazzolate dovranno essere più frequenti nel periodo della muta: una volta l’anno (primavera/estate) per i maschi, due volte l’anno (in corrispondenza dei periodi di estro) per le femmine.
È ritenuto estremamente intelligente, addirittura la razza canina più brillante e sveglia, soprattutto perché impara molto in fretta, per questo bisogna prestare attenzione a non commettere errori nell’educazione: il cane imparerà velocemente qualcosa di sbagliato e non sarà semplicissimo correggere l’errore. Due ricercatori americani (John Pilley ed Alliston Reid) hanno dimostrato che Chaser, un giovane esemplare femmina di Border Collie, da loro addestrato, ha imparato 1.022 parole nell’arco di tre anni. I due ricercatori, specializzati in psicologia comportamentale, sostengono che questo cane (come anche gli altri cani di questa razza) ha una massa cerebrale pari a quella di un bambino di 2 anni[1]

Carattere

Forse la cosa che attira più i cinofili nell’apprezzare e allevare questa razza è proprio il carattere. Il border collie è un cane al cubo, la sua indole è quella di condurre il gregge quindi lavorare tante ore, ma con accanto il suo padrone. Questo cane, infatti ha bisogno di passare molto tempo con il suo padrone svolgendo un’ attività qualsiasi.
Attività
L’Agility è altra disciplina dove il Border è particolarmente dotato
Il Border Collie è molto portato in questo genere di attività
• Sheepdog
• Obedience
• Agility Dog
• Disc Dog
• Fly ball
• Freestyle

Negli ultimi anni quasi in tutti i campi ha presentato con prevalenza e intelligenza le sue reali capacità, dal cane per non vedenti a cane usato perfino dalle forze dell’ordine e per difesa, qualcuno ha avuto ottimi risultati perfino nella caccia e riporto.
Prima di essere utilizzato nelle esposizioni esistevano solo esemplari da lavoro, tanto che era sconsigliato come cane da compagnia, ma con i nuovi incroci per rendere la razza caratterialmente meno “lavoro dipendente” si è riuscito a renderla più mite, tanto che combinando i due caratteri: border collie da lavoro (molto spinto psicologicamente, pelo corto e abbastanza snello) e border collie da esposizione (carattere molto tranquillo, pelo lungo leggermente più in carne) si è riusciti a formare un cane bello da esposizione, ma con un carattere decisamente gioviale, adatto anche e soprattutto come cane da compagnia, a patto però che passi molto tempo con il padrone e che lo si coinvolga nella vita quotidiana, con giochi adatti alla sua innata voglia di lavorare o giocare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *